PROGETTI DEL MUSEO

Terre di tutti i 199 Paesi del mondo mod

IL MATTONE DEL MONDO

SPENDI LA VITA E COLTIVA I SOGNI, questo il tema educativo che nel 1998 generò il Museo dei Sogni e la conseguente richiesta a tutti i Rappresentanti dei Paesi del mondo di quale fosse il sogno dei loro cittadini, da concretizzarsi simbolicamente in un pugno di terra del loro Paese.

Con il tema educativo per l’anno 2018 RESTITUISCITI AL MONDO PRIMA CHE VENGA SERA, la Comunità ha concluso l'impegno avviato nel 1998 e ora ha iniziato la restituzione di 199 mattoni realizzati da tutte le 199 terre, una per ogni stato, ai Capi di Stato.

PCR_4063.jpg

VIENI, C’E’ POSTO

​​

Viaggio di un Bambino in legno scolpito a NEVÉ SHALOM-WAHAT AL-SALAM, in Israele dove vivono insieme famiglie di ebrei, musulmani e cristiani. Ha poi attraversato tutta l’Italia fermandosi in 28 “grotte” di solidarietà.

PCR_4047.jpg

PRESEPI MIGNON

​​

L’interesse per i presepi “mignon” nasce nel 1998 nel cinquantenario di fondazione della Comunità "Villa San Francesco".
Si è pensato allora di dare uno sguardo alla famiglia nel mondo e quale famiglia poteva risultare più idonea per cogliere sensibilità, culture, attenzioni presenti nei popoli se non quella Sacra.
Oggi è possibile soffermarsi ad ammirare 2.000 rappresentazioni della Natività provenienti da 150 Paesi del mondo.

 

PCR_4062.jpg

VIAGGIO DELLA LUCE DI BETLEMME

​12.500 km da Betlemme a Feltre, passando per Capaci presso Palermo, sostando ad Auschwitz e in Repubblica Ceca, Austria, Croazia, Slovenia, Italia.

DA MARCINELLE A FELTRE

“Corsa” di un pezzo di carbone assieme al Giro d’Italia a ricordo del 50° della tragedia della miniera belga, nella quale morirono 262 persone.

DSC_3593.JPG

LA CROCE ITALIANA

Realizzata nel marzo 2011 con 96 legni legati a sofferenze italiane, un frammento di legno del Golgota, un pezzo di trave di una casa di Betlemme bruciata in un attentato da parte degli israeliani, un pezzo di fanalino rosso di una macchina incidentata con morto, il chiodo di una cassa da morto del 1948 unico oggetto rimasto prima dell’eliminazione, pezzo di filo spinato del carcere di Campone di Verona.

La croce è stata ideata in Comunità “Villa San Francesco” e realizzata da Gilberto Perlotto e Celso Vidus, anche con l’intervento di Padre Marko Ivan Rupnik.

bastone cannavaro.jpg

IL BASTONE DEL CITTADINO

​​

175 km della “Via Lunga” - Il Tuo cammino nel cuore del mondo. Il Bastone del Cittadino preso a Nazareth, arrivato fino a Betlemme e portato in cammino per l’Italia in 5000 km a piedi, ha indicato un nuovo ideale censimento per un nuovo cammino
con 350 tappe quotidiane in 9 mesi, coinvolgendo 100.000 persone, con sosta in dodici località, sede delle dodici Tribù, sul tema “La Grammatica della Cittadinanza”.

papa francesco 4a.jpg

LA MANGIATOIA BETLEMITA

La mangiatoia betlemita è stata realizzata con 208 legni provenienti da 103 paesi del mondo.

I legni sono stati posati con rispetto e letteralmente cuciti con arte e maestria da Gilberto Perlotto di Trissino (VI), scultore e maestro del ferro battuto, aiutato in questo, dai ragazzi, educatori e volontari della Comunità.

La mangiatoia è stata benedetta da Papa Francesco mercoledì 16 dicembre, durante l'udienza in Piazza San Pietro in Vaticano. ​

P1090278.JPG

IL FRUTTETO BIBLICO

Dallo studio attento della parabola dei vignaioli è nato il frutteto dei pensieri con 23 fiori e piante a riferimento biblico delle
27 citate nei vangeli e messe a dimora presso la Cooperativa Sociale Arcobaleno ’86 onlus in Feltre.
Il sostare particolarmente appassionato
sull’incontro notturno di Nicodemo con
Gesù, ha generato il ”tunnel” Nicodemo
per le domande di notte da porre all’autore della vita.

DSC_0054.JPG

IL SACRO DEL MURER

 

14 stazioni della Via Crucis in legno, 6 formelle sull’infanzia di Gesù di Nazareth, la statua della Madonna di m. 2,40, tutte sculture lignee di Augusto Murer del 1958-59.

IMMAGINE COOP.jpg